dentro la storia

Fiabe o favole? Semplicemente…..storie. Questa è la Matteo, il figlio di mezzo, quando aveva sei anni. Eravamo a tavola, spiegavo a mia moglie la differenza che passa fra una fiaba e una favola. Avevo letto che nelle fiabe la struttura del racconto si ripete come un rito mentre nelle favole è sempre presente una morale. Così ho chiesto se i racconti che ci inventiamo sono fiabe o favole. Non mi attendevo una risposta, ma Matteo, che ascoltava come sempre con attenzione, ha replicato senza esitazioni: “sono storie!“. Aveva ragione. Sono racconti da leggere e basta, elaborati pensando a  bambini di età compresa fra i 4 e gli 8 anni. In filigrana però  nascondono spunti per riflettere, parlano di rapporti con gli altri e con se stessi.

Luisa e Paola sono due insegnanti davvero speciali. Insegnano alla scuola materna Bentivogli di Castenaso. Insieme ai bambini della loro sezione di terza hanno deciso di dare vita a questi racconti con disegni, attività, progetti grafici. Sono state proposte ai bimbi alcune storie e per ognuna è stato preparato un laboratorio didattico. Alla fine è stato organizzato uno spettacolo interpretato dai bambini delle tre sezioni di materna.

Chi è il protagonista di queste storie? La fantasia? L’amicizia? Il pregiudizio? La felicità? Per scoprilo insieme ai propori figli si possono proporre  attività con cartoncino, colori colla e…tanta fantasia. Sono convinto che i racconti non debbano essere spiegati. Tuttavia le esperienze che ho raccolto, possono essere utili a chi ha il compito e il desiderio di indirizzare i propri bambini alla ricerca di se stessi o, semplicemente, se è a corto di “storie della buona notte”.